LAT n°148

Centro LAT n° 148

 per le tarature delle bilance ha ottenuto nel 2002 l'accreditamento come Centro SIT N° 148 dall'Istituto Metrologico Primario "Gustavo Colonnetti" secondo la normativa (di recente emissione) UNI CEI EN ISO / IEC 17025.

Tale riconoscimento permetteva al Laboratorio di entrare a far parte a pieno titolo del Sistema Nazionale di Taratura (SNT) istituito dalla legge 273/1991, con i conseguenti vantaggi di carattere formale e sostanziale che ciò induce rispetto all'erogazione di tarature garantite dalla semplice

Certificazione del Sistema di Qualità aziendale.

 Il Laboratorio Metrologico “Rinaldo Olivero” è diventato Laboratorio Accreditato di Taratura , LAT n° 148  con il riconoscimento da parte dello Stato  dell’ente italiano di accreditamento ACCREDIA,che garantisce la conformità del suo sistema di gestione e delle sue competenze a requisiti normativi internazionalmente riconosciuti, nonché alle prescrizioni legislative obbligatorie.

Verifica periodica bilance

Il Laboratorio Metrologico “Rinaldo Olivero” TO 02  è autorizzato dalla C.C.I.A.A. ad effettuare le verifiche periodiche delle bilance

Classe I ,II sino a 60 kg

Classe III ,IV sino a 3000 kg

Per verifica periodica s´intende la procedura finalizzata all´accertamento del mantenimento nel tempo dell´affidabilità metrologica degli strumenti di misura, nonché l´integrità di sigilli anche elettronici e etichette o altri elementi di protezione (art. 2 D.M. 182/2000).

Sono soggetti a detta verifica tutti gli strumenti strumenti per pesare o per misurare,  diversi dalle misure lineari, utilizzati per la determinazione della quantità e/o del prezzo nelle transazioni commerciali

L’utente metrico, cioè colui che utilizza strumenti per pesare per le transazioni commerciali (art.2, secondo comma, del D.Lgs. n. 517/92), ha l’obbligo di sottoporli a verificazione rispettando la periodicità triennale, attestata dall’apposita etichetta di colore verde riportante la data di scadenza e, in ogni caso, successivamente ad interventi di riparazione comportanti la rimozione dei sigilli legali.

 

Fatta salva l’applicazione delle maggiori pene, qualora il fatto costituisca reato, il mancato adempimento delle norme sulla verificazione periodica comporta la contestazione di una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di € 516,46 ed un massimo di € 1.549,37 ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs n. 517/92.

siamo distributori